Home Area organizzativa

Informazioni meteo

16°C
Bari
Sereno con innocue velature
Umidità: 37%
Vento: 2 nodi variabile
Mer

17°C
Gio

17°C
Ven

16°C
Sab

17°C
Area Organizzativa

A cura del Direttore Vincenzo Villani



LETTERA DEL PRESIDENTE LACENERE SUI RISCHI PROVENIENTI DALLA CARNE DI CINGHIALE PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Venerdì 28 Ottobre 2016 10:09

Lacenere 01 webSi riporta di seguito la lettera inviata da Michele Lacenere presidente della nostra Organizzazione ai Dirigenti del servizio Caccia della Regione Puglia e della Provincia Metropolitana:

Gent.mi,

considerata la prossima apertura della stagione venatoria per la specie cinghiale e stante la necessità, più volte dichiarata dalla scrivente, che la stessa venga condotta senza intoppi che ne intralcino il corretto svolgimento, verificata la determina in oggetto, allegata per conoscenza, Confagricoltura Bari chiede a codesti Enti, in capo ai quali ricade la responsabilità della gestione venatoria del territorio, quali iniziative siano state prese per rendere edotta l'utenza dei rischi connessi al mancato controllo delle carni di cinghiale destinate all'utilizzo alimentare.

Si chiede, con cortese urgenza, di conoscere lo stato dell'applicazione degli istituti normativi che regolamentano la caccia al cinghiale e se gli organismi territoriali, ATC, abbiano provveduto a rispettare quando disposto dalle attuali, vigenti, leggi e regolamenti in particolare per l'individuazione e la registrazione delle squadre di cacciatori e dei soggetti responsabili per ogni squadra.

Nel ricordare l'estrema pericolosità della trichinella, nell'evidenza delle ripetute forme di commercializzazione delle carni dei cinghiali abbattuti soprattutto nei ristoranti ed agriturismi dell'area murgiana, oltre che il diffuso consumo delle stesse da parte dei cacciatori e dei loro familiari, si vuole sottolineare che la registrazione delle squadre, complete di componenti e responsabili, risulta ad oggi l'unico mezzo certo per poter monitorare le corrette pratiche di controllo sanitario delle carni dei capi abbattuti.

In attesa di Vostro cortese riscontro mi è gradita l'occasione per porgere cordiali saluti.

dott. Michele Lacenere

 
TRASFERIMENTO UFFICI PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Venerdì 28 Ottobre 2016 08:06

CONFSi comunica che a decorrere dal 10 ottobre 2016 i nostri uffici dell'area Fiscale, Patronato Enapa e Assicurazione Fata si sono trasferiti in Largo Sorrentino n. 6 – 1° piano - presso la sede di Confagricoltura Bari.

Forniamo di seguito i nuovi recapiti degli Uffici sudetti:

Leggi tutto...
 
CONFAGRICOLTURA BARI: BENE LA NORMA SUL CAPORALATO MA FORTI TIMORI PER LE AZIENDE PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Giovedì 20 Ottobre 2016 09:05

Lacenere 01 webLa recente approvazione, da parte della Camera dei deputati, della Legge per il contrasto del caporalato evidenzia, ancora una volta, come la gestione delle normative che riguardano il lavoro, soprattutto agricolo, risenta di stati umorali che nulla hanno a che vedere con la reale necessità, espressa tanto dai lavoratori quanto dalle aziende, di reprimere le forme delinquenziali del caporalato e dare chiarezza e certezze a quanti vogliono lavorare nella legalità e con tranquillità.

La nuova normativa non opera distinzioni tra i “caporali” e le aziende che ne utilizzano i servigi e quanti, invece, commettono infrazioni anche lievi alle regole contrattuali; l’estrema discrezionalità di valutazione del reato, concessa agli organi di controllo, espone tutte le aziende ad azioni punitive che vanno dall’arresto immediato alla confisca dei beni compreso il frutto pendente. Tra l’altro, dulcis in fundo, non viene nemmeno chiarito a fondo il ruolo delle agenzie interinali, soprattutto non viene chiarito quali sono le garanzie di regolarità che tali strutture debbano dare agli imprenditori che ad esse si rivolgono per il reperimento di manodopera soprattutto nelle grandi campagne.

Confagricoltura Bari aveva già espresso le sue preoccupazioni, legate all’approvazione della norma, sia attraverso le pagine dei quotidiani che con note inviate a parlamentari pugliesi di tutti i partiti politici: risultato zero. Il solo gruppo di COR si è astenuto ed ha dato voce, in aula, a quanto sottolineato dalla nostra Organizzazione.

L’operatività della normativa, purtroppo, non lascia possibilità di scelta:

- Confagricoltura Bari ha chiesto la sospensione temporanea della trattativa per il rinnovo del contratto provinciale di lavoro degli operai agricoli, nelle more di una riflessione e di un approfondimento dei riflessi che la nuova normativa potrà avere sulla futura contrattazione di settore;

- le aziende saranno costrette ad adottare, per la campagna in corso, piani colturali tendenti all’estensivizzazione delle colture;

- le aziende saranno costrette alla completa meccanizzazione delle operazioni colturali , anche attraverso convenzioni ed accordi collettivi con il mondo del contoterzismo, riducendo al massimo l’impiego di manodopera, pur consapevoli di rinunziare, così, a buona parte delle tradizioni contadine che da sempre sono alla base di buona parte dell’agricoltura pugliese.La ricaduta negativa sugli indici occupazionali sarà il risultato di scelte scellerate e di volontà sorde ad ogni ragione.

Leggi tutto...
 
COLLEGATO AGRICOLO: I PUNTI SALIENTI DEL TESTO PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Mercoledì 20 Luglio 2016 00:00

CONFIl 6 luglio scorso è stato approvato al Senato in via definitiva il Collegato Agricolo.

Quattro i cardini di questo provvedimento la cui gestazione è stata lunga e laboriosa: semplificazione, razionalizzazione, organizzazione e ricambio generazionale.

Il testo ratificato dal Senato ha accettato le modifiche apportate alla Camera.

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 7 di 28