Home Area organizzativa

Informazioni meteo

16°C
Bari
Sereno con innocue velature
Umidità: 37%
Vento: 2 nodi variabile
Mer

17°C
Gio

17°C
Ven

16°C
Sab

17°C
Area Organizzativa

A cura del Direttore Vincenzo Villani



CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA DI AGRITURIST PUGLIA PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Mercoledì 18 Maggio 2016 16:37

150718610 logo agriturist bigSi terrà lunedì 30 Maggio p.v. alle ore 10:00 a Bari presso la Sede Sociale, in via Amendola 166/5, l'Assemblea Ordinaria di Agriturist Puglia.

Si invitano i soci, o gli interessati ad associarsi, ad essere presenti a questo importante momento informativo e di confronto tra gli operatori agrituristici pugliesi.

I lavori saranno coordinati dal presidente di Agriturist Puglia,Giovanni Scianantico.

È gradito riscontro sulla Vostra partecipazione.

Per maggiori informazioni scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o telefonare al 348.3342889.

Leggi tutto...
 
GLI AGRICOLTORI SCENDONO IN PIAZZA IL PROSSIMO 5 MAGGIO: “MOBILITATI PER FAR SENTIRE LE NOSTRE RAGIONI” PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Lunedì 02 Maggio 2016 10:34

CONFL'iniziativa promossa da Cia, Confagricoltura, Copagri nasce per dire basta all'indifferenza e all'assenza di risposte da parte delle istituzioni nei confronti dei gravi problemi che stanno portando al collasso del settore primario in Italia. Da qui lo slogan provocatorio: "Ei Fu…siccome immobile" che caratterizzerà la giornata di protesta.

Roma, 30 aprile 2016 - Iniziative in tutta Italia, con Roma, Bologna e Catanzaro piazze centrali della protesta. Gli agricoltori manifestano il 5 maggio, per chiedere risposte urgenti sui problemi fondamentali che stanno caratterizzando la congiuntura e bloccano la via verso una prospettiva di sviluppo.

Le rivendicazioni hanno il loro focus sull'inefficienza della macchina burocratica ed amministrativa e, nella fattispecie, nei ritardi dei pagamenti Agea (una azienda agricola su quattro attende ancora la liquidazione per la PAC 2015). Anche mediante un'amministrazione che funziona si arriva alla competitività delle imprese.

Leggi tutto...
 
CAMPAGNA CERASICOLA 2016: RIPARTITE LE ATTIVITA` NELL’AREA BAT PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Mercoledì 27 Aprile 2016 10:08

stella-cherriesL’avvio della campagna cerasicola appena cominciata è stata segnata dalla richiesta, della Grande Distribuzione Organizzata e dai vari operatori commerciali, di avere come fornitori di ortofrutta solo prouttori che possiedono la certificazione relativa alla “Rete del lavoro agricolo di qualità” prevista dall’art.6 del D.L. 91/2014 convertito in L. 116/2014.

Attualmente si contano appena 200 aziende agricole sul territorio nazionale iscritte a tale Rete. Dati i tempi ( almeno 60 giorni) e le lungaggini burocratiche che contraddistinguono l’ottenimento di questa certificazione partita solo il 15 settembre scorso, appare evidente che le aziende non riescano ad essere in regola nei tempi dettati dalla campagna delle ciliegie che dura poco meno di due mesi.

Questa situazione ha ingenerato evidenti tensioni sociali nelle provincie di Bari e Bat nelle quali si concentra il 40% della produzione nazionale di ciliegie e circa 7.000 aziende agricole dedite all’ortofrutta con un giro d’affari che supera i 100 milioni di euro. Pur condividendo il principio ispiratore del decreto legislativo succitato, Confagricoltura Bari e Bat, insieme alla Cia Bari e Bat, a Fedagri Confcooperative Puglia e all’APEO, ha partecipato ad un tavolo tecnico, richiesto dal sindaco di Bisceglie Francesco Spina, durante il quale si è chiesto al prefetto della BAT Clara Minerva, di farsi portavoce presso i Ministeri competenti di una proroga dell’applicazione della norma.

Leggi tutto...
 
QUESTIONE GRANO DURO: GLI IMPEGNI DI CONFAGRICOLTURA BARI PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Martedì 26 Gennaio 2016 14:04

foto 1Si è svolto ieri a Gravina il seguitissimo convegno organizzato da Confagricoltura Bari per discutere di valorizzazione, rigidità nei contolli ed import del grano duro.

Dall’incontro sono scaturiti i seguenti auspici:

• più controlli al grano in entrata dall’estero per verificare il livello di micotossine (funghi tossici) presenti;

una revisione immediata da parte della Commissione Europea sui livelli di tossine aflatossine che indicano qualità. Attualmente in Italia il livello di aflatossine consentite per norma è pari a 1750 (già a 200 risulta nocivo per i bambini), mentre in paesi esteri come il Canada il livello è pari a 1000; dato che favorisce l'ingresso di grani più tossici in Europa;

• un’azione di lobby in Europa al fine di favorire misure che diano contezza della materia prima in etichetta;

• un impegno da parte delle Istituzioni regionali ad inserire premialità ai produttori di grano duro di qualità nel prossimo PSR.

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 9 di 28