Home Area organizzativa

Informazioni meteo

16°C
Bari
Sereno con innocue velature
Umidità: 37%
Vento: 2 nodi variabile
Mer

17°C
Gio

17°C
Ven

16°C
Sab

17°C
Area Organizzativa

A cura del Direttore Vincenzo Villani



CONFAGRICOLTURA BARI, MICHELE LACENERE NUOVO PRESIDENTE PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Lunedì 11 Luglio 2016 15:25

Lacenere 01 webCambio al vertice di Confagricoltura Bari. È Michele Lacenere il nuovo presidente dell’Organizzazione. Laureato in Scienze agrarie con indirizzo di Produzione Animale, Lacenere è stato eletto dall’Assemblea dei soci svoltasi a Bari in data odierna.

A lui si affiancano in qualità di vicepresidenti Francesco Contò (vicario), Nicla Barnaba e Franco Pignataro. Nato a Noci nel 1961, Lacenere collabora da sempre alla gestione dell'azienda agricola di famiglia, oggi alla quarta generazione e già valorizzata dal nonno Michele, storico dirigente dell'Unione Agricoltori di Bari negli anni '40 e tra i fondatori dell'Associazione provinciale Allevatori di Bari. L'indirizzo produttivo è, negli anni, variato: lasciata la zootecnia alla metà degli anni '90, l'azienda ha spostato la sua attenzione su viticoltura, olivicoltura, seminativi e sull'agriturismo, "Le Casedde", il brand seguito da Aldo Lacenere già Presidente Agriturist. Michele Lacenere ha gestito inoltre importanti realtà d'impresa zootecnica, nel campo della produzione del latte.

In Confagricoltura è stato dirigente dell’Associazione Nazionale Giovani Agricoltori, ha ricoperto incarichi di presidenza di sezione economica latte e carne e componente in commissioni ambientali e venatorie. È stato in passato vicepresidente dell’Associazione Allevatori di Bari e di Puglia oltre che consigliere dell'Associazione Produttori Latte di Puglia. Componente dagli anni 90 del Consiglio Direttivo di Confagricoltura Bari e per più mandati del Comitato di Presidenza e del Consiglio di Confagricoltura Puglia.

Queste le parole del neopresidente dopo l’elezione “La Presidenza della Confagricoltura di Bari-BAT mi viene affidata in un momento di grave crisi per l’intero comparto agricolo pugliese.

Leggi tutto...
 
AGRITURIST PUGLIA: GIOVANNI SCIANATICO RICONFERMATO PRESIDENTE ALL’UNANIMITA' PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Mercoledì 01 Giugno 2016 00:00

downloadLunedì 30 maggio l’Assemblea Ordinaria di Agriturist Puglia ha riconfermato all’unanimità il presidente Giovanni Scianatico ed eletto come membri del Consiglio, Bassi Anna Maria, Sassi Paolo, Palmisano Pierpaolo, Lefons Francesco, Campana Emanuele, Petrella Leonardo e Coccia Rocco.

Durante l’Assemblea sono intervenuti Gianni Porcelli, tecnico di Confagricoltura Bari che ha approfondito le tematiche relative al Piano di Sviluppo Rurale della Regione Puglia con un focus sugli agriturismi e Roberta Monopoli, consulente di Confagricoltura Bari che ha presentato le possibilità formative offerte dal nuovo catalogo ENAPRA e finanziabili attraverso il ForAgri, un fondo interprofessionale che permette alle aziende di usufruire gratuitamente di corsi di formazione.

Hanno partecipato all’assemblea i titolari degli agriturismi pugliesi già associati, alcuni rappresentanti di Confagricoltura e alcuni simpatizzanti non ancora soci. “Agriturist Puglia deve diventare punto di riferimento essenziale per tutte le aziende agrituristiche della Regione, che saranno tutelate sotto ogni aspetto, sindacale e non, nonché promosse attraverso i vari canali di cui disponiamo” - ha affermato Giovanni Scianatico, che ha avviato una politica di rinnovamento profondo dell’associazione, al fine di creare una vera e propria rete di tutti gli operatori del settore.

 
EBAT-CIMALA BARI: COSTITUITO L’ENTE BILATERALE AGRICOLO TERRITORIALE PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Martedì 24 Maggio 2016 15:01

CONFIn applicazione dell’art.58 del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro degli Operai Agricoli e del Contratto Collettivo Integrativo Provinciale, che valorizzano la bilateralità in agricoltura, è stato costituito l’ente bilaterale CIMALA-EBAT BARI.

Il nuovo Ente, costituito da Confagricoltura, Cia , Coldiretti, FAI – CISL, FLAI-CGIL , UILA-UIL, sarà sede di confronto tra Parti Sociali sui temi dell’occupazione, delle relazioni sindacali e della contrattazione collettiva.

La Cassa Integrazione Malattia Assistenza Lavoratori Agricoli-Ente Bilaterale Agricolo Territoriale, in sigla CIMALA-EBAT BARI, svolgerà importanti funzioni a sostegno delle imprese e dei lavoratori del settore primario dell’area metropolitana di Bari e dei Comuni di Andria, Barletta, Trani, Bisceglie, Canosa, Minervino e Spinazzola soprattutto in materia di mercato del lavoro, previdenza, sanità formazione e integrazione al reddito.

 
SEMPLIFICAZIONE: LA FILIERA DEL VINO HA ACCOLTO CON SODDISFAZIONE LA PROROGA MINISTERIALE DEI TEST SULLA “DEMATERIALIZZAZIONE” DEI REGISTRI VITIVINICOLI PDF Stampa E-mail
News - Area Organizzativa
Martedì 24 Maggio 2016 14:53

vignetoLe organizzazioni che rappresentano la filiera vitivinicola hanno accolto con grande soddisfazione la proroga al 31 dicembre 2016 - concessa dal ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina - dell’entrata in vigore dell’obbligatorietà della tenuta in forma ‘dematerializzata’ dei registri vitivinicoli (dal sistema cartaceo a quello telematico). “Avevamo fortemente sollecitato a intervenire in tal senso - hanno fatto presente in una nota congiunta Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, Assoenologi, Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Federdoc, Federvini e Unione Italiana Vini – essendoci la necessità di un congruo periodo di sperimentazione per consentire alle aziende di adeguare le attuali modalità di compilazione dei registri ai nuovi sistemi dematerializzati previsti nelle due forme individuate (on line/ web service).

Ringraziamo il ministro Martina e l’Ispettorato centrale repressione frodi (Icqrf) per l’attenzione dimostrata”.

Ad avviso delle sette Organizzazioni del settore vino “la semplificazione degli adempimenti e la telematizzazione delle procedure - da sempre auspicata dalla filiera vitivinicola - segna un passaggio epocale.

Il maggior periodo di sperimentazione dovrà consentire alle imprese e alla Pubblica Amministrazione di verificare che i meccanismi informatici assicurino il perfetto funzionamento e piena rispondenza con le attività aziendali, per evitare così di incorrere in errori e disfunzionalità potenzialmente sanzionabili dalle autorità di controllo”.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 8 di 28